• martedì , 27 Ottobre 2020
Ultime Notizie

M5S: BENE TRENO STORICO ASTI-CANELLI MA NON SIA SPOT ELETTORALE. CHIAMPARINO METTA SOLDI PER RIAPERTURA FERROVIE SOSPESE. ALTRO CHE SI-TAV, MEGLIO SI TRENI PENDOLARI.

Si è tenuta oggi l’inaugurazione del primo treno storico tra Asti, Castagnole e Canelli. La linea è stata riaperta per la prima volta dopo la sospensione avutasi nel 2012 ad opera della Giunta Cota, con due treni turistici “spot”. Un’iniziativa che il M5S apprezza e a cui ha partecipato a tutti i livelli istituzionali. Peccato che la Regione governata da Chiamparino non abbia messo sulla stessa linea i soldi per la riapertura di un servizio pendolari regolare, come ha ammesso in risposta all’interrogazione a firma Valetti pochi giorni fa.
Non solo le Langhe e il Monferrato, ma tutto il Piemonte aspetta la riapertura di ben 14 linee ferroviarie, chiuse da Cota e mai aperte da Chiamparino, al contrario degli annunci roboanti. A 9 mesi da fine mandato, un segnale deludente.
È costata più la gestione di un cantiere militarizzato come quello del TAV in Val Susa (fino a 15milioni l’anno), di quanto costa la gestione di buona parte delle ferrovie sospese del Piemonte.
Invece che inseguire gli interessi di poche lobby, il governatore dovrebbe pensare alle migliaia di pendolari che ha lasciato a piedi o che usano ogni giorno servizi indegni di un paese civile. Si combatte anche così lo smog, per cui la UE ha confermato sanzioni alla Regione Piemonte in quanto non attua azioni incisive sulla qualità dell’aria. Ringraziamo i sindaci del territorio che invece ci hanno sempre creduto e lottato per riavere il treno.
Federico Valetti, Consigliere M5S Piemonte 
Paolo Romano, Deputato M5S
Susy Matrisciano, Senatrice M5S

Post correlati