martedì, Giugno 25, 2024

DISABATO (M5S): “STANZA ANTI-ABORTO, DALLA GIUNTA CIRIO L’ENNESIMO GRAVISSIMO ATTO DI PROPAGANDA CONTRO IL DIRITTO ALL’ABORTO. IL DISEGNO OSCURANTISTA DEL CENTRODESTRA È SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI”

A poco più di una settimana dal voto, senza alcuna vergogna, il Centrodestra piemontese consuma l’ennesimo gravissimo atto di propaganda contro il diritto all’aborto.
È di oggi l’annuncio dell’apertura, a fine giugno, della stanza anti-aborto all’Ospedale Sant’Anna di Torino. L’ennesimo regalo alle associazioni pro-vita dopo gli stanziamenti milionari del Fondo Vita Nascente.
Non ci sono più segreti su quale sia il disegno della Giunta Cirio: minare le conquiste di civiltà della legge 194 e il diritto delle donne di decidere del proprio corpo. Un disegno ispirato da posizioni ideologiche liberticide e oscurantiste.
La convenzione per questo nuovo “servizio”, firmata da Città della Salute e Federazione Movimento per la vita, renderà sempre più facile intercettare le donne che intendono interrompere la gravidanza e interferire con il loro diritto di scelta.
A volerlo è Fratelli d’Italia, il partito più conservatore di questa maggioranza, con decisioni avallate nel silenzio-assenso del presidente Cirio, che continua a fare spallucce per evitare di prendere una posizione netta sul tema e scomodare gli alleati di coalizione.
A Cirio chiediamo di smetterla di avallare le politiche di Fratelli d’Italia, di non farsi più trascinare dalle posizioni retrograde del partito della Meloni, di chi si nasconde dietro affermazioni di facciata – dicendo di voler aiutare le donne – mentre in realtà continua a spingere per limitare la loro libera scelta.
L’abbiamo ribadito più volte: se il Centrodestra volesse davvero aiutare le famiglie, dovrebbe utilizzare i fondi regionali per abbattere le rette degli asili nido, incrementare i servizi per la prima infanzia, sostenere l’occupazione femminile e garantire la presenza di medici non obiettori nelle strutture sanitarie.
Vita Nascente e la stanza anti-aborto non sono la soluzione, ma il problema. Che nessuno tocchi i diritti delle donne.

Sarah Disabato, candidata presidente M5S Piemonte

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Popolari