sabato, Febbraio 24, 2024

TAGLIO FONDI DISTURBI NUTRIZIONE ALIMENTAZIONE, ABBIAMO PORTATO IL CASO IN REGIONE

Abbiamo portato in Consiglio regionale il caso del mancato rifinanziamento, da parte del Governo Meloni, del fondo per il contrasto dei Disturbi della nutrizione e dell’alimentazione. Saranno infatti azzerati i circa 1,8 milioni destinati alla nostra Regione, resteranno appena 150 mila euro di fondi regionali.

Attraverso un question time rivolto alla Giunta regionale ho chiesto all’assessore alla Sanità Luigi Icardi se esista un’interlocuzione formale e concreta con il Governo ed il Ministero della Salute per mantenere inalterati i fondi destinati al contrasto dei disturbi della nutrizione e dell’alimentazione.

Da Icardi è arrivata una generica disponibilità a interloquire con il Ministero per risolvere le criticità a tutela e beneficio dei pazienti.

E’ necessario esercitare un adeguato pressing sul Governo Meloni, insieme alle altre Regioni, per arrivare al più presto ad un accordo. Non bastano le rassicurazioni del ministro della Salute Schillaci che ha annunciato l’intenzione di stanziare 10 milioni di euro a livello nazionale. Servono tempi certi e atti concreti per dare continuità a servizi fondamentali sul territorio. Come evidenziato da tutte le indagini, i casi di disturbi della nutrizione e dell’alimentazione (DNA) sono in netta crescita in tutto il paese (circa 3,5 milioni di persone), un preoccupante abbassamento dell’età e senza distinzioni di sesso. Venerdì scorso centinaia di giovani sono scesi in piazza a Torino proprio per chiedere il rifinanziamento di tale fondo.

Da parte nostra continueremo a combattere questa battaglia, ad ogni livello istituzionale, finché non arriveranno risposte concrete da Roma per i pazienti affetti da DNA e le loro famiglie.

Ivano Martinetti, Consigliere regionale M5S Piemonte

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Popolari