mercoledì, Settembre 22, 2021

SACCO (M5S): “SOLVAY, LA PRODUZIONE DI cC604 E’ STATA AUTORIZZATA DALLA PROVINCIA. MOLTA CONFUSIONE NELL’ENTE, LAVORIAMO PER FARE CHIAREZZA”

Dalla risposta al Question time presentato oggi in Consiglio regionale in merito alla ripresa della produzione di cC6O4 da parte di Solvay, è emerso con certezza che con determinazione dirigenziale del 12 maggio 2021 la Provincia di Alessandria ha acconsentito alla produzione ed all’utilizzo del cC6O4 nel reparto ALGOFLON.

Negli altri reparti, invece, è stato disposto, come da quadro prescrittivo dell’AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale), di aspettare gli esiti della campagna di monitoraggio interna e esterna allo stabilimento di Spinetta Marengo (AL) condotta da ARPA a partire da aprile 2021.

C’è parecchia confusione in Provincia di Alessandria, ente che dovrebbe controllare e vigilare sull’autorizzazione ambientale che essa stessa rilascia alle aziende a tutela dell’ambiente. Il 1° di luglio il responsabile ambientale non era sicuro se avesse o meno rilasciato l’autorizzazione, tanto da dichiarare a mezzo stampa “se sia ripresa o meno la produzione non lo so. Quello che so è che al momento sono in corso delle valutazioni più generali, e che avremo una determina conclusiva nelle prossime settimane.”. Oggi invece scopriamo che la produzione è stata autorizzata il 12 maggio scorso, proprio dalla stessa Provincia, ma non è chiaro perché solo in un reparto mentre per gli altri è stato disposto di attendere l’esito della campagna di monitoraggio.

La prescrizione 1. dell’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) prevede che la produzione e l’uso sarebbero stati autorizzati solo alla completa esecuzione degli interventi previsti e a seguito dei risultati del monitoraggio che saranno, in un caso o nell’altro, la prova provata che i problemi sono stati risolti o meno. La prescrizione inoltre non prevede che l’autorizzazione possa essere concessa in maniera scaglionata.

Andremo a fondo e raccoglieremo tutti i documenti a riguardo, per fare piena luce su questa vicenda. Non possiamo tollerare situazioni poco chiare quando di mezzo c’è la salute dei cittadini e la tutela dell’ambiente.

Sean Sacco, Consigliere regionale M5S Piemonte

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Popolari