domenica, Maggio 9, 2021

Terzo valico, Sacco (M5S): “Cirio esulta, ma dimentica che COCIV non rispetta le prescrizioni della Regione Piemonte”

 

I più alti rappresentanti della Regione Piemonte, a partire dal presidente Cirio, oggi celebrano il Terzo valico. Dimenticano però che COCIV, la società responsabile del cantiere, ignora completamente le prescrizioni della stessa Regione Piemonte.

Solo pochi giorni fa infatti abbiamo portato il caso in Consiglio regionale, presentando un ordine del giorno con una semplice richiesta: introdurre, con tempistiche certe, strumenti come diffida, revoca e sanzione nei confronti di chi non ottempera alle prescrizioni contenute nei documenti autorizzativi del piano di reperimento e di gestione dei materiali litoidi occorrenti per la realizzazione di opere pubbliche, previsto dalla l.r. 23/2016 “Disciplina delle attività estrattive: disposizioni in materia di cave”. Qualcosa di normale in uno Stato di diritto, ma non in Piemonte.

Abbiamo così assistito alle surreali dichiarazioni dell’assessore al Bilancio Tronzano, nonché collega di partito di Cirio, che senza tanti giri di parole ha detto che in questo momento la Regione non intende introdurre provvedimenti per far rispettare le prescrizioni contenute nell’autorizzazione regionale al piano di reperimento e di gestione dei materiali litoidi. Altrimenti, significherebbe bloccare il Terzo Valico e “non possiamo permettercelo”.

Insomma, per questa Giunta regionale sono più importanti gli interessi di Cociv rispetto al rispetto delle prescrizioni della stessa Regione Piemonte. Un pessimo segnale nei confronti di tutti i cittadini piemontesi che osservano, con onestà, leggi e regolamenti.

Sean Sacco, Capogruppo regionale M5S Piemonte

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Popolari