domenica, Maggio 9, 2021

Sacco (M5S): “Rispettare le prescrizioni della Regione significa fermare il Terzo Valico. Risposta shock della giunta alla nostra proposta”

 

Far rispettare le prescrizioni contenute nell’autorizzazione regionale al piano di reperimento e di gestione dei materiali litoidi rilasciata a Cociv? Significherebbe bloccare il Terzo Valico e non possiamo permettercelo. E’ quanto ha affermato l’assessore regionale Tronzano motivando la bocciatura, da parte della maggioranza di centrodestra, del documento che ho presentato in Consiglio regionale.

Il testo dell’ordine del giorno prevedeva una semplice ed ovvia richiesta: introdurre, con tempistiche certe, strumenti come diffida, revoca e sanzione nei confronti di chi non ottempera alle prescrizioni contenute nei documenti autorizzativi del piano di reperimento e di gestione dei materiali litoidi occorrenti per la realizzazione di opere pubbliche, previsto dalla l.r. 23/2016 “Disciplina delle attività estrattive: disposizioni in materia di cave”. Qualcosa di assolutamente normale in uno Stato di diritto, già prevista in altre normative regionali.

Gli stessi giudici amministrativi del TAR Piemonte (sez. I, n.2292 del 2009 e sez. I, 234/2010) hanno più volte confermato che le prescrizioni di un’autorizzazione regionale sono una parte integrante dell’atto autorizzativo, dunque se non vengono rispettate dovrebbe venir meno la concessione e si potrebbe procedere con una revoca sanzionatoria dell’autorizzazione.

Argomenti che non sembrano interessare questa Giunta, che chiude gli occhi davanti alle molteplici violazioni di Cociv, che ignora le sentenze del TAR e svilisce il lavoro degli stessi funzionari regionali che quelle prescrizioni le hanno scritte e provano a farle rispettare ma senza avere strumenti incisivi.

Un’affermazione gravissima – quella dell’Assessore Tronzano – un Assessore non dovrebbe nemmeno poter pensare che qualcuno possa calpestare una legge regionale e fregarsene delle prescrizioni solo perché altrimenti si fermerebbe un’opera. Questo significherebbe che qualcuno è più forte e più importante della Regione Piemonte. Non si fanno le opere a qualsiasi costo, se ci sono delle regole devono essere rispettate.

Sean Sacco, Capogruppo regionale M5S Piemonte

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Popolari