• mercoledì , 2 Dicembre 2020
Ultime Notizie

Martinetti (M5S): Errore strategico non puntare sulla riapertura della linea Asti Alba. Dalla Regione un progetto che non convidiviamo.

L’Alba Asti non s’ha da fare. L’assessore Gabusi, irremovibile, ha sentenziato oggi in Aula, in risposta ad una mia interrogazione sul tema, che senza soldi la linea ferroviaria rimarrà chiusa.

La questione della linea sospesa dal 2012 è oggi al centro di un ampio dibattito che ha coinvolto migliaia di cittadini riunitisi in comitati di pendolari.
Fino al 2012, le tratte Nizza-Alba e Asti-Alba erano infatti funzionanti e piuttosto utilizzate e solo dopo un parziale cedimento della collina dove è posizionata la galleria Ghersi (tra Castagnole Lanze e Alba) la linea è stata interrotta ma non dismessa.
La domanda è ancora viva e in più pare assurdo che in un un pezzo di Piemonte sempre più turistico, non si permetta ai visitatori di poter arrivare utilizzando i mezzi pubblici.

Per consolidare la proposta di riattivazione della tratta e riconosciuta la sua valenza funzionale, storica ed anche culturale e turistica, nel 2017 venne inoltre firmato un protocollo di intesa fra la Regione Piemonte, RFI e diversi comuni dell’Astigiano e del Cuneese.

Il costo dell’opera si aggira sui 51.4 milioni di euro, ma consentirebbe di riaprire un collegamento fondamentale per i territori delle langhe patrimonio dell’UNESCO e l’ipotesi di poter usufruire del Recovery Fund dovrebbe essere vagliati.
I costi di ripristino dell’infrastruttura invece, come da contratto con lo stato, sono a carico di RFI che ha specificato più volte che tali investimenti devono essere giustificati dall’effettiva introduzione di un servizio.
Agenzia della Mobilità Piemontese ha poi effettuato uno studio sul servizio che avrebbe un costo stimato di 2,3 milioni di euro annui.

E’ insomma una questione di visione e di priorità della politica. Quanto espresso dall’assessore oggi in aula asseconda una logica ragionieristica e fredda che mira a congelare il bilancio ma smantellare una bella ed utile ferrovia locale potrebbe risultare un grave errore strategico per il Piemonte.

Ivano Martinetti, Consigliere Regionale M5S Piemonte
Vicepresidente Commissione Regionale Trasporti

Ufficio Stampa
MoVimento 5 Stelle
347 4575827

Post correlati