• lunedì , 6 Luglio 2020
Ultime Notizie

M5S: Protesta specializzandi e lettera infermieri, due facce della stessa medaglia. Imbarazzante immobilismo della Regione

Legittima e sacrosanta la protesta dei medici specializzandi oggi in Piazza Castello. Così come la lettera diffusa da OPI (Ordine delle professioni infermieristiche) che ha denunciato la scarsità di personale infermieristico nelle RSA.

Sono due facce della stessa medaglia, due categorie penalizzate dalla politica regionale. Nei discorsi ufficiali vengOno definiti “eroi”, ma nei fatti sono stati e continuano ad essere dimenticati dalla Giunta regionale.

L’ultima dimostrazione l’abbiamo avuta pochi giorni fa quando la maggioranza a trazione leghista ha bocciato tutti i nostri emendamenti al Riparti Piemonte che andavano in questa direzione. Il primo , a prima firma Giorgio Bertola, prevedeva maggiori risorse sotto forma di borsa di studio da destinare ai medici specializzandi a seguito dell’emergenza Coronavirus. Avevamo suggerito la dotazione aggiuntiva di 8 milioni di euro calcolando il numero complessivo di borse di studio che sarebbero necessarie ogni anno per il nostro Sistema Sanitario Regionale. Ma dalla maggioranza di Cirio è arrivato un “No” senza appello. Stessa sorte per gli emendamenti, a prima firma Francesca Frediani, mirati a rivalutare i piani di fabbisogno del personale, definire l’erogazione degli incentivi mediante un accordo integrativo regionale, potenziare i fondi per il supporto psicologico (anche per operatori sanitari) in particolare nel post emergenza.

Gli specializzandi rappresentano il futuro della sanità piemontese ma vengono trattati dalla Regione come una palla al piede. Stessa considerazione viene riservata alle professioni infermieristiche, che svolgono un ruolo fondamentale per le RSA piemontesi. Il silenzio e l’immobilismo di Giunta e Presidente su entrambi i fronti è imbarazzante.

Francesca Frediani, Consigliere regionale M5S Piemonte
Giorgio Bertola, Consigliere regionale M5S Piemonte

Post correlati