• domenica , 12 Luglio 2020
Ultime Notizie

AVANTI CON LA COSTI-BENEFICI, MA NEL FRATTEMPO SI METTANO IN ATTO AZIONI PER EVITARE L’AVANZAMENTO DELL’OPERA

La lettera del movimento NoTav inviata al Ministro Toninelli e al Presidente del Consiglio Conte evidenzia le numerose criticità della fase attuale e il rischio che i lavori procedano nonostante i dubbi del governo in merito alla realizzazione dell’opera.

L’analisi costi-benefici è in atto e, come ribadito più volte, siamo fiduciosi rispetto all’esito, forti di oltre vent’anni di opposizione ragionata e motivata all’opera.
Ma questo momento di riflessione dovrebbe il più presto accompagnarsi ad azioni volte a sospendere le attività finalizzate alla realizzazione dell’opera. Infatti i promotori dell’infrastruttura, a partire dalla società Telt e dal Commissario Foietta, non hanno alcuna intenzione di fermare le azioni volte a realizzare il progetto, come sarebbe auspicabile considerando la posizione dell’attuale governo.

Inaccettabile poi che perduri la militarizzazione della valle. Nessuna opera pubblica può essere fatta con il filo spinato e la Polizia. Lo ha ribadito anche il ministro Toninelli. Crediamo sia arrivato il momento di abolire lo status di “sito di interesse strategico nazionale” per l’area di Chiomonte che di fatto ha reso il cantiere un’area soggetta a regime militare.

Francesca Frediani, Consigliere Regionale M5S Piemonte

Post correlati