sabato, Febbraio 24, 2024

Rinuncia ai gettoni: come è finita?

rinuncia gettoni_risposta regione.jpg
Nei giorni scorso abbiamo scritto riguardo alla nostra richiesta di rinuncia ai gettoni di presenza ed ai rimborsi forfettari. L’Ufficio di Presidenza, dopo essersi preso qualche giorno di tempo, ci ha risposto che – ai sensi dell’art.2 della legge regionale n. 10 del 1972non è possibile per i Consiglieri rinunciare a quanto ad essi dovuto, lasciando loro la possibilità di devolverli al già citato Comitato di Solidarietà Regionale o ad altri enti benefici. A questo punto pensiamo che forse sarebbe opportuno destinare l’ammontare dei gettoni e dei rimborsi forfettari al Conto Progetti a 5 Stelle, come già avviene per la quota dell’indennità di carica eccedente i 2.500 euro mensili.
Gruppo Consiliare MoVimento 5 Stelle

Articoli Correlati

38 Commenti

  1. io li girerei agli enti un po’ di tutto il piemonte dato che sono soldi piemontesi..forse ragiono un po’ localmente pero’….

  2. Mi sembra una buona idea destinarli al Conto progetto a 5 Stelle,sono convinto che questi soldi saranno investiti in maniera onesta e non per arricchimenti personali
    avanti così Davide e buon lavoro

  3. Ps, un paio di refusi del vostro sito:
    “SCIVI UN COMMENTO
    Para comentar inicie una sesión o hágalo de forma anónima.”
    “4 comenti”
    “Responder”
    (questi mi appaiono guardando il sito usando Chrome 5.0)

  4. Io non vedo il perchè si debba rinunciare al gettone di presenza o ad un eventuale stipendio, chi lavora bene, è sempre presente e compie la sua “missione” per il bene comune, ritengo che debba essere pagato per il lavoro svolto.

  5. Io li destinerei alla collettività: conto progetti 5 stelle. a quanto ammonta tale conto a questo punto? è stato già investito qualche cosa?

  6. Sicuramente ne varrà fatto un miglior uso………. però sarebbe bello conoscerne sempre le destinazioni….

  7. “Dette richieste incidono per circa 12 gettoni (x122 € l’uno), più tutte le restanti autocertificazioni (alcuni consiglieri arrivano ad autocertificarsi 30 gettoni!), più i rimborsi forfettari (8 gettoni x 122€) più 3000 km e variano da un minimo di 3000 ad un massimo di 5000 € mensili.”
    Direi che lo scopo non è stato raggiunto. Dare un premio per andare in ufficio, a chi guadagna un già lauto stipendio, è da ladri. Capisco che la vita politica non deve essere un servizio civile gratuito, ma premiarsi per inefficienze e scelte molto spesso a dir poco deprecabili.
    Allora propongo il “GETTONE MULTA” per ogni scelta che ha portato ad inefficienze provate o ad esborsi “non previsti preventivamente”.
    Vi piace questa proposta?

  8. Io proporrei di usarne, una parte, per le spese che voi, in rappresentanza del Movimento 5 Stelle Piemonte, senz’altro, state sostenendo; la rimanenza la consegnerei ad una Associazione/Ente/altro serio e senza fine di lucro, scelto da noi attraverso un sondaggio on-line, la/il quale dovrà destinarli a chi ne ha VERAMENTE bisogno.

  9. bravi…cosi’ date buon esempio…anche se nn capiranno….
    bisognerebbe individuare dei validi e piccoli prodetti ed investire questi soldi…pensa se lo facessero tutti…..
    ma cose piccole cosi’ da poterne fare diverse ed aiutare piu’ soggetti o iniziative…..
    bravi…continuate cosi’….son contenta d’esser tornata alle urne…..ne e’ valsa la pena….

  10. Se li tenete per il partito 5 stelle, dimostrate di essere come tutti gli altri partiti, non vedo che cosa c’è di diverso? Vergogna.
    Personalmente devolverei la differenza ai poveri “VERI POVERI NON PER FINTA OPPURE A QUELLI FALSI POVERI”, che nè hanno bisogno. In Italia ci sono 4 milioni di poveri, aiutate quelli!!!. Non sono comunque daccordo, che ve li teniate voi versandoli al partito. Non voterò di sicuro in futuro il partito 5 stelle. Siete come tutti gli altri partiti, cosa fanno gli altri partiti? una parte la versano al partito al proprio partito. Qual’è, allora la differenza? Non è cambiato nulla. Mi permetto di darvi un consiglio. Vi posso aiutare a decidere,fate come me, prendete il mio esempio; io posso darvi un esempio da mettere in pratica anche voi, se volete. Io nelle prossime elezioni amministrative, mi candiderò Sindaco della mia città, senza stipendio. La legge elettorale dice che non si possono rinunciare, bene, sentite cosa faccio, assumo per tutto il mio mandato, un numero di persone, 2/3/4, si recheranno casa per casa dei VERI poveri, in particolare gli anziani che non hanno nessuno, e queste persone incaricate devono aiutare coloro che hanno bisogno, reale, esempio; fare la quotidiana, accompagnarli per visite infermieristiche, fare la spesa e le commissioni, aiutare queste persone non autosufficenti. QUESTO E TUTTO QUELLO CHE DOVRESTE FARE VOI, CON I SOLDI ERROGATI IN DIFFERENZA Non devolverlo a fondo per il partito, che schiffo, non ci voglio pensare…. CHE VERGOGNA CHE VERGOGNA….

  11. il miglior modo per usare questi soldi per l’interesse collettivo è quello di usarli per le attività legali a difesa dei cittadini, ad esempio per bloccare al tar le liste fasulle in caso di elezioni, o per ottenere l’allontanamento dei disonesti dalle amministrazioni, o per difendere l’ambiente dalle speculazioni di mafie e cricche varie… avanti Davide!!

  12. Io non sono molto contenta di questa scelta, dovreste scrivere cosa farete con questi soldi altrimenti diventate un partito come gli altri. Cosa pensiate facciano gli altri colleghi? Una parte a loro e una al partito, non avete proposto nulla di nuovo!
    USATELI PER I CITTADINI non lasciateli su un conto!

  13. io proporrei il cambio dell’articolo della la legge del 1972. Che contempli la possibilità di rinuncia. Non ha senso trovare un piega anche se ‘giusta’ bisogna raddrizzare la legge.
    buone cose

  14. Credo che debbano restare al Movimento.
    Di certo le spese non mancano e non mancheranno con le prossime elezioni. Certo di progetti benefici ce ne sarebbero tantissimi ma non riusciremo mai ad accordarci su quali privilegiare e si finirebbe per litigare scontentando tutti.
    Vanno lasciati per le attività del movimento.
    Se poi saranno tantissimi si potrà usarli per anticipare una parte dei finanziamenti che la regione si impegnerà a erogare per progetti a 5* (wi-fi, acqua, ecc..)
    Complimenti a tutti 🙂

  15. Ti chiederei di moderare i termini, come puoi vedere questo è un sito dove ci si confronta liberamente. Non viene devoluto nemmeno un euro al partito! …Anche perchè non esiste un partito! Il conto progetti a cui si fa riferimento serve ad appoggiare iniziative e cause che riteniamo vicine alle nostre tematiche. Una donazione è già stata fatta, e riguarda il ricorso contro il deposito nucleare di Bosco Marengo, e non finanzia quindi alcuna attività di partito. Se hai iniziative da suggerire verranno prese in considerazione, come quelle di tutti gli altri cittadini. Quindi, volendo presupporre la tua buona fede, hai fatto affermazioni inesatte.

  16. Luca e Alessandro: certo, la proposta di legge che abbiamo presentato CANCELLA i gettoni di presenza ed i rimborsi forfettari.

  17. ma cosa diavolo stai dicendo!
    primo il MoVimento non è un partito, secondo è ridicolo non poter rinunciare ai gettoni presenza (come si è fatto per i rimborsi elettorali per esempio che sono rimasti all’erario) e il fatto che comunque vengano devoluti a “Progetti a 5 Stelle” fa si che tante iniziative di informazione, di sensibilizzazione e di possibili soluzioni per problemi “della cosa pubblica” vengano realizzate in totale trasparenza come sempre!
    VERGOGNA TU! che blasfemi mettendo il MoVimento alla stregua degli altri partiti, dei quali forse fai parte!
    SVEGLIA!

  18. Ragazzi vi ammiro, siete una speranza per noi tutti.
    solo una riflessione: ora voi rinunciate ad una parte dei vostri compensi, però non vorrei che veniste penalizzati all’atto della dichiarazione dei redditi (sarebbe il colmo!). Perchè forse dovrete pagare in base a quanto risulta erogato e non in base ai 2500 euro che trattenete.
    Forse dovreste tenere qualcosa in più oppure riprenderli dal fondo. In ogni caso meglio dirlo prima, in modo che le persone meschine non possano malignare.
    Non riesco ancora a crederci che sta succedendo davvero, sieti mitici!

  19. Caro Renato, ti sei lasciato un po’ trasportare dalle emozioni. Si chiede agli amministratori della regione un comportamento equo per uno stipendio equo. Si discute di agevolazioni per servizi molto spesso non proprio eccelsi. Lavorare in modo eccelso e il minimo che si debba fare quando si amministra una regione. Alcuni di questi personaggi sono solo attratti dal denaro e dalla loro posizione in società. Questi personaggi non ci servono, sono dannosi per la collettività e vanno mandati via dalla cosa pubblica se non prendono coscienza dei loro comportamenti. Per una società “giusta” ci vogliono stipendi giusti. Guadagnare 40mila euro extra stipendio mi sembra eccessivo (volendo estremizzare anche 60mila euro l’anno) per un amministatore regionale.

  20. anche per me è un’ottima idea devolvere i soldi al movimento…ci saranno momenti in cui serviranno per una campagna elettorale a più ampio respiro…avanti cosi fino alla presa della bastiglia ragazzi!

  21. Benissimo devolverli al movimento, la cosa più importante è l’assoluta trasparenza nella gestione dei fondi: sarebbe bene pubblicare periodicamente (per esempio a cadenza trimestrale) sui sito gli estratti conto e tutte le movimentazioni dei conti correnti interessati, insieme alla lista delle donazioni ricevute e dei relativi donatori.

  22. come già detto da federico come si risolve il problema del pagamento delle tasse sulla quota del gettone di presenza? spero abbiano pensato a questo particolare che sicuramente pone un problema. comunque per il resto avanti cosi ragazzi!!!

  23. Per chi forse non ha potuto seguire tutti i post da gennaio a oggi:
    1) i gettoni di presenza (122 €) sono già detassati per legge.
    2) i due consiglieri “a 5 stelle” avevano da mesi deciso di “girare” quell’importo (e altri rimborsi) in un “fondo progetti a 5 stelle”.
    Il loro stipendio netto resterà sempre e comunque di 2.500 € (sia che il Gruppo Consiliare riceva i gettoni di presenza, sia che non li riceva). L’ammontare totale medio che un consigliere regionale riceve in cinque anni è oltre i 14.000 € lordi al mese.
    3) il “fondo progetti a 5 stelle” non sono soldi a dispozione del “partito” (moVimento) a 5 stelle. Gli altri politici girano parte del loro stipendio ai partiti che li usano per le spese di partitto. Il Gruppo Consiliare MOVIMENTO 5 STELLE PIEMONTE non gira soldi a nessuno, per spese politiche/partitiche ma li usa per finanziare progetti proposti dai cittadini. Il primo progetto finanziato è descritto qui http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/piemonte/2010/07/prima-donazione-del-conto-progetti-a-5-stelle-per-il-ricorso-al-nucleare-di-bosco-marengo.html.

  24. Anche secondo me dovreste proporre di cambiare questa legge… Non ero a conoscenza di questi rimborsi, ma anche io trovo assurdo che esista un “gettone” per solgere un lavoro per cui si è già stipendiati..
    Per quanto riguarda il vostro proposito di “devolverli” al movimento credo che questo comporti anche la possibilità di “detrarli” in buona parte dalle tasse (nel caso dei “partiti politici” la detrazione è, ma guarda un po, totale!… ma noi non siamo un partito…)
    I Politici normali di solito fanno così: il loro stipendio è 5(l’imponibile), ricevono “rimborsi e diarie” per 10(esentasse), quindi devolvono al partito (quindi a loro stessi) 5 ed ecco che magicamente l’imponibile su cui devono pagare le tasse diventa = o molto vicino allo ZERO!
    Questo giochetto lo fanno da anni…
    Non è il vostro caso ovviamente, comunque io comincerei con il “congelare” questi gettoni in un conto e capire meglio più avanti come comportarsi..

  25. Visto che iniziano a essere un bel po’ di soldi, perche’ non considerare l’opzione di finanziare un progetto di recupero/riciclo rifiuti come quello di Vedelago? Sarebbe un bello smacco nei confronti dei sostenitori dell’inevitabilita’ dell’inceneritore.

  26. Apprezzo e ammiro la posizione di Davide e Fabio e mi rendo conto che la risposta pervenuta non poteva altro che essere quella, anche vista solamente dal punto di vista amministrativo (pensiamo ad un qualunque dipendente che decidesse di rinunciare ad una parte del suo stipendio.. probabilmente dovrebbero ricontrattualizzarlo).
    Apprezzo anche la NON rinuncia dell’obiettivo contingente di accantonare la cifra in eccedenza per progetti futuri. Quello che però NON deve essere perso di vista a mio avviso è l’obiettivo finale, ossia quello di rendere più equo il compenso di TUTTI i consiglieri regionali (in primis) e non solo quello di coloro che onestamente partono da principi sani e corretti.
    Guido.

  27. Usiamo questi soldi per i cittadini, a questo punto !
    L’iniziativa è lodevole, ma cosa vuol dire mettere i soldi su un conto ?!? Mettiamoli su un conto, va bene, PER POI USARLI A FAVORE DEI CITTADINI !! Un’aiuola, un campo di basket, una pista ciclabile, qualunque cosa, con su una bella targa magari !!!

  28. Utilizzare i gettoni di presenza x il movimento è una bella cosa, anche xchè le donazioni non mi sembra vadino a gonfie vele.
    Però vorrei aggiungere che sarebbe dovuto x i termini di trasparenza, che su questo sito venga utilizzata una pagina x descrivere tutti i movimenti, entrate uscite, con evventuali fatture. Altrimenti mi sembra di stare sempre nella stessa barca. Se si vuole cambiare la trasparenza è fondamentale.

  29. va bene sostenere i progetti dei cittadini..l’importante che tutte le operazioni siano visibili in questo spazio e se ne dia sempre notizia

  30. se non sapete proprio cosa farne dei vostri gettoni di presenza, dateli a me che saranno sicuramente ben spesi, ben impiegati in un’opera pia.
    grazie

  31. Per me va bene, basta che poi, quando dovranno essere usati, si faccia una consultazione generale con verbale di informazione al riguardo.
    Grazie

  32. Decidete voi, darli a un ente benefico o al partito, se il partito fa bene e’ in ogni caso spenderli bene. Certo farci una cena elettorale non mi sembra una buona cosa, ma farci un opuscolo informativo non mi sembra scandaloso. Come destinarli a enti che risolvono i problemi concreti delle persone, che sia una mensa caritas piuttosto che un associazione che assiste i malati.
    Io vorrei solo una cosa, che per ogni versamento venga messa su la copia della rimessa bancaria (scannerizzat) e che per ogni impiego vi siano le indicazioni concrete di dove sono andati a finire (ricevute ecc.).
    Cioe’ assoluta trasparenza. E’ la cosa piu’ importante. Sul sito non ho trovato nulla di cio’ e mi sembra una grave mancanza. Il movimento e’ una grande speranza ma per riuscire dobbiamo fare 100 volte meglio degli altri, non abbiamo mica televisioni che raccontano balle noi. Quindi i nostri fatti devono parlare molto chiaro. Grazie.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Popolari