mercoledì, Aprile 14, 2021

Pirro – Martinetti (M5S): “SFM5, ancora ritardi. Sono le conseguenze della cattiva politica degli anni passati”

Li ha annunciati lo stesso assessore ai Trasporti, infrastrutture e opere pubbliche della Regione Piemonte. «Le conseguenze della cattiva politica degli anni passati» denunciano in una nota congiunta la senatrice M5S Elisa Pirro e il consigliere regionale M5S Ivano Martinetti, Vicepresidente Commissione regionale Trasporti

Torino, 25 febbraio 2021 – Potrebbe slittare ancora di qualche mese la realizzazione della linea ferroviaria metropolitana Sfm5, oltre il termine previsto del 2024, questo è quanto si apprende dall’assessore ai Trasporti, infrastrutture e opere pubbliche della Regione Piemonte Marco Gabusi in Commissione regionale Trasporti. L’assessore ha infatti dichiarato che quasi sicuramente si prevede un ritardo di alcuni mesi nella realizzazione del treno metropolitano Orbassano-Torino: il cantiere rischia di non vedere la luce quest’anno, come previsto da cronoprogramma, e potrebbe quindi slittare ai primi mesi del 2022. Regione Piemonte, come da Accordo di programma del sistema ferroviario metropolitano Sfm5, stanzierà le prime somme: 1,4 milioni e 3,6 milioni di euro già stanziati nel 2020, che arriveranno a 9,3 milioni nel 2021.

«Questi ulteriori ritardi – denunciano in una nota congiunta la senatrice M5S Elisa Pirro e il consigliere regionale M5S Ivano Martinetti – sono dovuti alle conseguenze della cattiva politica degli anni passati. Una politica che non è riuscita a tutelare un progetto per i cittadini, ma lo ha sfruttato per giustificare altre azioni. Se non ci fosse stato il Tav, non ci sarebbero stati problemi di ridefinizione del progetto sul fascio binari dell’Interporto, non ci sarebbero state interferenze, e probabilmente la stazione San Luigi avrebbe trovato una collocazione migliore dell’attuale. Intanto i cittadini della Val Sangone saranno costretti ad attendere ulteriori slittamenti in un progetto di collegamento con Torino fondamentale per tutti, che doveva essere pronto nel 2018 e che probabilmente non sarà realizzato nemmeno nel 2024».

Elisa Pirro, Senatrice M5S
Ivano Martinetti, Consigliere regionale M5S Piemonte
Vicepresidente Commissione regionale Sanità

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Popolari