• martedì , 1 Dicembre 2020
Ultime Notizie

Frediani, Sacco (M5S): Zona rossa è il risultato del pessimo lavoro di Cirio ed Icardi. Inutile prendersela con la Campania. Serve un piano subito

Sistema di tracciamento inesistente, ospedali al collasso, assistenza territoriale ferma al palo. Queste sono le reali condizioni del Piemonte. Le scelte del Ministero della Salute non fanno altro che scattare una fotografia del pessimo lavoro svolto in questi mesi da Cirio, Icardi e dalla Giunta piemontese.

Cittadini ed aziende pagheranno a caro prezzo il dilettantismo di un esecutivo regionale che ha passato l’estate a fare polemiche senza concludere nulla sulla sanità (principale competenza regionale). Cirio adesso prova a nascondere il suo disastro buttandola in politica, ma i numeri lo smentiscono.

Il Piemonte ha una soglia di occupazione del 60 per cento per i posti letto Covid, del 40% per le terapie intensive ed i contagi sono alle stelle (seconda regione italiana). Il numero di tamponi per lungo tempo è stato molto inferiore rispetto ad altre Regioni, i test rapidi annunciati in farmacia non si sono ancora visti e adesso Cirio vuole farci credere che è colpa della Campania, del Governo o di chissà quale complotto politico romano? I governatori di centrodestra che hanno lavorato bene ci sono, non è certo una questione politica.

Vogliamo un piano per uscire subito dalla zona rossa. Un documento preciso dove ci sia scritto almeno come si intenda aumentare le terapie intensive ed implementare i tamponi ed il loro esito. Cittadini ed imprese non possono più aspettare.

Francesca Frediani, Consigliere regionale M5S Piemonte
Sean Sacco, Capogruppo regionale M5S Piemonte

Post correlati