• giovedì , 3 Dicembre 2020
Ultime Notizie

Frediani (M5S): RSA nuovamente a rischio. Servono subito tutti i dati epidemiologici per tracciare il contagio ed evitare esplosione di casi come in primavera. Pronta un’interrogazione

Se gli ospedali sono sull’orlo del collasso anche la situazione nelle RSA rischia di esplodere come durante la prima ondata della pandemia. Il 10% dei pazienti delle residenze per anziani non autosufficienti, stando a quanto riferito dai media, risulterebbe infatti positivo. La situazione dovrebbe essere monitorata con estrema attenzione dopo l’esperienza della primavera scorsa per questo chiederemo spiegazioni al primo consiglio regionale disponibile. Le strutture hanno il compito di inserire i dati dei risultati dei test – effettuati ad ospiti e pazienti – nella piattaforma Covid-19, ci chiediamo come venga monitorato il contesto e chi dia le corrette informazioni agli operatori. In proposito il sindacato dei medici ha già espresso la volontà di poter accedere a tutti i dati della pandemia ritenendo, di fatto, insufficienti i dati messi a disposizione nel bollettino giornaliero.
Le criticità nella gestione dei dati, in questa emergenza Covid-19, affiorano anche in altri ambiti dell’assistenza ed in particolare per quella ospedaliera. Nel dettaglio servirebbe conoscere con precisione il numero di contagi per comune e per provincia insieme a tutti i dettagli relativi ai soggetti in isolamento domiciliare, agli ospedalizzati con sintomi, alle terapie intensive, ai guariti, ai deceduti fino ai tamponi e casi testati. Il dato più clamoroso è che oggi si conosce solo, sia per i ricoverati con sintomi, sia per le terapie intensive, il “saldo” giornaliero dei letti occupati, ma non i pazienti ammessi e dimessi.

Il fatto che la Regione continui a mantenerli segreti di fronte ad una sempre più pressante richiesta di chiarezza è uno scandalo. Ne chiederò conto quanto prima in Consiglio regionale attraverso un’interrogazione urgente.

Francesca Frediani, Consigliere Regionale M5S Piemonte

Post correlati