• martedì , 27 Ottobre 2020
Ultime Notizie

TAV, Frediani (M5S): “Un bunker da 5 Milioni a San Didero, la follia del TAV è sempre più evidente”

Un vero e proprio bunker, una sorta di compound per ospitare le forze dell’ordine schierate a difesa della grande opera inutile. Non in Iraq, Afghanistan o Cecenia, ma nel cuore della Valle di Susa, nel paese di San Didero. E’ quanto previsto dai progetti contenuti negli appalti delle opere accessorie alla Torino – Lione. Un intervento inutile e dal costo spropositato: oltre 5 milioni di euro dei cittadini italiani.

Leggendo il progetto non mancano dettagli surreali, come ad esempio la recinzione perimetrale con cortina di ferro ed impianto di videosorveglianza.

Sarà curioso sapere come gli esponenti della lobby TAV continueranno a giustificare queste spese faraoniche a fronte della pandemia senza precedenti che stiamo attraversando. Come potranno spiegare la spesa di 5 milioni per un bunker quando le imprese chiedono a gran voce interventi di sostegno immediati, quando le partite IVA e gli artigiani stanno pagando sulla loro pelle il prezzo di una crisi senza precedenti?

Se qualcuno avesse ancora qualche dubbio sulla follia del TAV, potrebbe leggere le dichiarazioni di questi giorni del professor Yves Crozet, specialista in economia dei trasporti dell’Università Lione. In una nota redatta su richiesta della Corte dei conti europea, inserita poi nella Relazione Speciale del giugno del 2020 che ha sostanzialmente stroncato l’opera, non ha usato mezzi termini. “Il Tav TorinoLione – ha detto – è un progetto che non sta in piedi dal punto di vista economico, perché è basato su previsioni di traffico del tutto irrealistiche; dal punto di vista ambientale, su valutazioni del tutto fantasiose”. Una verità nota a tutti in Valle di Susa, da diversi decenni, ed ora certificata anche dal mondo accademico.

Francesca Frediani, Consigliere regionale M5S Piemonte

Post correlati