• mercoledì , 21 Ottobre 2020
Ultime Notizie

M5S: Emergenza climatica, maggioranza con poche idee e confuse. Giunta Cirio inadempiente sugli incentivi.

Con imperdonabile ritardo la maggioranza dichiara solamente oggi lo stato di emergenza climatica approvando un ordine del giorno di Fratelli d’Italia.

Respinti invece tutti gli atti politici delle minoranze. Un’operazione politica che dimostra la parzialità con cui la destra al governo della regione considera il tema del riscaldamento globale e dell’emergenza inquinamento. La giunta Cirio continua ad avere poche idee e confuse. Il lungo dibattito tenutosi oggi in aula di Consiglio ha infatti consegnato alle cronache molti strafalcioni, chiacchiere da bar e non pochi cortocircuiti. Oltre alla tradizionale e trasversale idolatria per le grandi opere e per il TAV.
I nostri ordini del giorno avrebbero infatti impegnato la giunta a rispettare un importante elenco di misure di contrasto all’emergenza ambientale e a predisporre un nuovo patto e un nuovo impegno sociale tra cittadini, imprese e istituzioni.

Ma sono gli incentivi economici i grandi assenti nel dibattito di oggi in Consiglio Regionale. L’aula aveva infatti respinto la proposta a prima firma Bertola sull’introduzione di un bonus per la sostituzione dei veicoli inquinanti esteso a tutti i cittadini.  L’assessore all’Ambiente Marnati  aveva infatti affermato che l’ordine del giorno M5S ricalcava proprio la linea della maggioranza, peraltro avviata attraverso una delibera di Giunta.
Ad oggi tuttavia, a distanza di 5 mesi, degli incentivi non c’è traccia.
Maggioranza inadempiente anche sull’impegno a mettere in campo misure sperimentali per il rifornimento di metano attraverso la modalità self service.

Un’ulteriore conferma che questa giunta Cirio è tutto fumo (inquinante) e niente arrosto.

Gruppo Consiliare M5S Piemonte

Post correlati