• giovedì , 9 Luglio 2020
Ultime Notizie

VALLEDORA, ANDRISSI (M5S): “LA PROVINCIA DI BIELLA SI AUTOASSOLVE MA I DOCUMENTI PARLANO CHIARO. L’ENTE NON HA FATTO NULLA PER SALVARE QUESTO TERRITORIO”

La Provincia di Biella in audizione davanti alla Commissione europea si è auto assolta. Non pervenuto il presidente Barbisin, è toccato al suo delegato Rizzo raccontare la fantasiosa storia che l’ente avrebbe fatto il proprio dovere per salvaguardare l’ambiente in Valledora.

Eppure è partita proprio dalla Provincia di Biella l’autorizzazione per l’ampliamento della discarica di A2A a Cavaglià, in un’area di ricarica della falda acquifera. La stessa Provincia in materia di raccolta differenziata dei rifiuti ha fatto ben poco figurando tra le meno virtuose del Piemonte.

Fanno sorridere quindi le accuse rivolte nei nostri confronti. Il Movimento 5 Stelle, a tutti i livelli, si è sempre impegnato per tutelare questo territorio. A cominciare dalla Regione dove abbiamo chiesto di inserire nel Piano tutela delle acque il divieto a realizzare discariche in aree di ricarica acque, se sprovviste di barriere naturali come in Valledora, come peraltro previsto dalle direttive europee. Abbiamo ottenuto però un secco “No” dalla Giunta Chiamparino. Corresponsabile insieme alla Provincia di Biella di questa situazione.

Abbiamo seguito la vicenda fin dal 2011 con sopralluoghi continui di portavoce nazionali, regionali, comunali e gli attivisti di entrambe le province. Abbiamo portato il caso Valledora in Parlamento ed in Consiglio regionale dove abbiamo scoperchiato lo scandalo delle fideiussioni fasulle. Vien da chiedersi dove sia stato il signor Rizzo in tutti questi anni.

Gianpaolo Andrissi, Consigliere regionale M5S Piemonte

Post correlati