• giovedì , 9 Luglio 2020
Ultime Notizie

RISO, ANDRISSI (M5S): “MESSA AL BANDO CLEARFIELD, LA REGIONE TENTENNA E PRENDE TEMPO. NECESSARIO INTERVENIRE SUBITO”

Messa la bando del Riso Clearfield BASF in Piemonte, l’assessore regionale all’agricoltura Ferrero tentenna. Abbiamo portato il caso in Consiglio regionale chiedendo alla Giunta come intenda intervenire soprattutto dopo la sentenza della Corte di Giustizia europea che ha equiparato le tecniche NBT agli OGM, vietati in Europa. 

La Regione dovrebbe intervenire subito vietando la coltivazione di questo prodotto pericoloso per l’ecosistema e svantaggioso per chi lo coltiva. Invece si continua a perdere tempo, Ferrero infatti ha annunciato che prima di prendere provvedimenti attenderà un parere richiesto ai ministeri dell’Agricoltura, dell’Ambiente e della Salute. 

Una richiesta inutile, la sentenza della Corte di Giustizia Europea parla chiaro e non lascia spazio a diverse interpretazioni. Con questo immobilismo la Regione rimanda ancora una volta l’opportunità di promuovere nella nostra regione le varietà locali di riso italiano lasciando campo libero agli interessi delle multinazionali. 

Le tecniche di coltivazione senza l’utilizzo di sostanze chimiche hanno ormai superato la fase sperimentale e consentono di avere buone produzioni certificate bio molto apprezzate dal mercato italiano e estero. Chiediamo quindi all’assessore di farsi coraggio e di impegnarsi in un piano serio che consenta al settore risicolo di uscire dal vicolo cieco delle resistenze momentanee agli erbicidi. 

Gianpaolo Andrissi, Consigliere regionale M5S Piemonte

Post correlati