• giovedì , 9 Luglio 2020
Ultime Notizie

CIRCOLO DEI LETTORI, NOMINA REVISORE DEI CONTI, STATUTO CONTRADDITTORIO. PARIGI FA SPALLUCCE, INTANTO LA PROCURA INDAGA

Articoli dello Statuto in contraddizione l’uno con l’altro al Circolo dei Lettori per la delicata nomina del Revisore dei Conti. Il tutto proprio in una realtà ad oggi sotto la lente d’ingrandimento della magistratura. L’articolo 13 stabilisce che tocchi al Consiglio di Gestione nominare il Revisore, mentre l’articolo 17 attribuisce questa prerogativa al Comitato dei Fondatori.

In Consiglio regionale abbiamo chiesto chiarezza all’assessore regionale alla Cultura Parigi sulla correttezza della nomina del Revisore Di Russo, avvenuta su indicazione del Comitato dei Fondatori. Parigi ha liquidato la questione parlando di un semplice “refuso” nello Statuto del Circolo dei Lettori, si tratta invece di un errore che denota scarsa attenzione per le procedure corrette. In due articoli differenti si attribuiscono poteri di nomina una volta all’organismo politico e l’altra a quello amministrativo. Occorre intervenire quanto prima anche alla luce dell’inchiesta della Procura di Torino che ha fatto emergere un quadro preoccupante. Se le accuse fossero confermate sarebbero avvenuti nel corso degli anni pagamenti sospetti, favori ad amici e risorse pubbliche sparite e utilizzate per fini personali.

E’ davvero singolare la tendenza di Parigi a minimizzare “una gestione all’acqua di rose” che regna da anni nel Circolo dei Lettori, di cui è stata presidente negli anni precedenti. Il Circolo dei Lettori da sempre per noi è stata una scatola chiusa da aprire e rendere più trasparente. E’ arrivato il momento di intervenire iniziando dalle procedure di nomina del Revisore dei Conti e dalla chiarezza sull’utilizzo delle risorse pubbliche provenienti, in larghissima parte, dalle casse regionali.

Francesca Frediani, Consigliere regionale M5S Piemonte

Post correlati