lunedì, Febbraio 6, 2023

GRUPPO M5S PIEMONTE: “NUCLEARE, LA NOSTRA REGIONE HA GIÀ FATTO LA SUA PARTE MA NON DISPONE DI SITI IDONEI PER IL DEPOSITO NAZIONALE DELLE SCORIE. SUL COMPLESSO CEMEX BASTA RITARDI”

sacco disabato martinetti nucleare

Il sopralluogo di questa mattina all’ex centrale elettronucleare di Trino e all’impianto Eurex di Saluggia, richiesto dal Movimento 5 Stelle, ha messo in evidenza l’importanza di avere un deposito unico nazionale per i rifiuti radioattivi. Rifiuti provenienti da tutta Italia e prodotti non solo dal nostro passato nucleare ma che vengono e verranno prodotti anche dai settori dell’industria, della sanità, della ricerca.

Il deposito unico garantirebbe una gestione sicura e controllata delle scorie nucleari, ma c’è un problema: in Piemonte gli unici siti individuati sono in zone a rischio idrogeologico oppure vicini a luoghi considerati sensibili.

La nostra Regione si è già fatta carico dello stoccaggio delle scorie, esponendosi per troppo tempo con luoghi temporanei non idonei a un deposito definitivo, il tutto con ingenti costi per la messa in sicurezza dei siti. Il Piemonte ha fatto la sua parte. 

Adesso però, per garantire la salvaguardia della salute pubblica, è importante che il deposito unico nazionale sia collocato in una zona che abbia caratteristiche idonee. 

Visitando i due impianti abbiamo constatato che le scorie nucleari vengono gestite con la massima precisione e che le misure di sicurezza sono costantemente aggiornate, tuttavia i costi a carico dei cittadini si sarebbero potuti evitare se la vecchia politica avesse avuto il coraggio e la lungimiranza di individuare un luogo idoneo fin dal principio, con una progettazione seria e attenta alle necessità del futuro.

Peraltro il centrodestra in campagna elettorale si è riempito la bocca di annunci fantascientifici sul ritorno al nucleare. Evidentemente non conoscono la situazione relativa alla gestione e la messa in sicurezza dei rifiuti radioattivi presenti in Piemonte, in particolare quella del complesso CEMEX di Saluggia, fermo da 10 anni, che dovrebbe servire per processare i rifiuti liquidi ad alta pericolosità presenti nel sito. Il ritorno al nucleare sbandierato dal centrodestra è pura demagogia. 

Sarah Disabato, Capogruppo regionale M5S Piemonte

Ivano Martinetti, Consigliere regionale M5S Piemonte

Sean Sacco, Consigliere regionale M5S Piemonte

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Popolari