domenica, Giugno 26, 2022

SACCO (M5S): “LA GIUNTA SI RIMANGIA LA PAROLA DATA E CHIUDE AL CONFRONTO CON I PENDOLARI SUL FUTURO DELLE FERROVIE”

Sul trasporto pubblico la Giunta Cirio non vuole confrontarsi con il territorio e con chi il territorio lo vive ogni giorno. 

Lo ha dimostrato quest’oggi, bocciando l’ordine del giorno che ho presentato in Consiglio regionale per chiedere un coinvolgimento attivo dei comitati e delle associazioni di pendolari nella definizione del nuovo contratto di servizio per le ferrovie piemontesi (la gestione sarà affidata direttamente a Trenitalia). 

Un fatto grave, tanto più perché questa Giunta si è rimangiata la parola data. L’ordine del giorno era infatti stato approvato appena poche settimane fa in Commissione Trasporti, con il voto favorevole delle forze di maggioranza. Nulla è cambiato da quel momento, se non la capacità e la volontà di condividere un percorso che dovrà delineare il futuro del trasporto ferroviario in Regione. Un servizio oggi inadeguato, contraddistinto da continui disagi e disservizi, sul quale si sarebbe dovuto lavorare sedendosi al tavolo con chi disagi e disservizi li vive sulla propria pelle quotidianamente.  

Come se non bastasse, questa bocciatura arriva a poco più di 24 ore dal dibattito sull’emendamento alla legge di Stabilità voluto dalla Giunta per stanziare 63 milioni di euro per il contratto di servizio su ferro, in aggiunta ai 2,443 miliardi di euro che saranno erogati in 10 anni. Nessuno è stato in grado di spiegarci come quei soldi verranno spesi per migliorare i trasporti. 

Non andremo da nessuna parte fin quando la Giunta continuerà a chiudere al dialogo, e a pagarla saranno ancora una volta i cittadini piemontesi. Noi di certo continueremo a portare le istanze dei pendolari sui tavoli della Regione. Se la Giunta non vorrà ascoltarli, lo faremo noi. 

Sean Sacco, Consigliere regionale M5S Piemonte

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Popolari