• domenica , 17 Gennaio 2021
Ultime Notizie

Frediani (M5S): La Val di Susa militarizzata emblema del fallimento delle istituzioni. Oggi a Giaglione No Tav conto un modello di sviluppo insostenibile e velenoso

Nella Val di Susa blindata la lobby della grande opera inutile continua nel suo vano intento intimidatorio contro il movimento NoTav.
Quanto avvenuto ieri a Giaglione oggi è l’emblema del fallimento delle istituzioni asservite alle esigenze di Telt nel tentativo di ridurre al silenzio l’opposizione alla grande opera inutile.

La verità è che, mentre a Roma tutto tace, la Val di Susa continua a subire una militarizzazione senza precedenti nella storia del nostro Paese, uno schiaffo alla nostra Costituzione per proteggere un immane spreco di risorse pubbliche in un momento di grave emergenza sanitaria.

Anche se oggi non ho potuto partecipare al fianco del movimento, non smetterò mai di sostenere le giuste ragioni dei No TAV in tutti i modi che mi sono consentiti perché questo territorio è stato tradito e abbandonato troppe volte.

L’emergenza sanitaria ha fatto emergere in maniera ancora più limpida tutta l’assurdità di un presunto sviluppo che si vorrebbe imporre con la forza attraverso un’opera faraonica e ingiusta. Oggi in Valle gli attivisti non stanno infatti protestando solo per l’allargamento di un cantiere ma per la distruzione di un territorio e per contrastare un modello di sviluppo insostenibile e velenoso.
Comunque vada, sarò sempre al mio posto dalla parte giusta, la parte dei #NoTAV.

Francesca Frediani , Consigliere Regionale M5S Piemonte

Post correlati