• lunedì , 25 Maggio 2020
Ultime Notizie

IL PIEMONTE SI PRENDA CURA DEI PAZIENTI AFFETTI DALLA SINDROME DI EHLERS DANLOS. APPROFONDIREMO CON CENTRO DI COORDINAMENTO REGIONALE MALATTIE RARE

Oggi abbiamo interrogato l’assessore Saitta per comprendere il follow-up dei pazienti affetti dalla sindrome di Ehlers Danlos, a partire dalla diagnosi, le terapie e i controlli periodici.
Il Piemonte ha sviluppato, a partire dal 2004, un Centro di Coordinamento Regionale a supporto delle attività per le malattie rare ma i malati di EDS vengono dirottati per la diagnosi e la terapia, come confermato dall’assessore alla sanità, nei centri di cura delle malattie rare di Milano, Brescia, Roma e San Giovanni Rotondo, alimentando una mobilità passiva (in particolare verso la Lombardia) che ricade sui pazienti e sul bilancio della Regione.

L’assessore Saitta ha confermato la volontà di migliorare l’assistenza e la presa in carico dei pazienti per contenere la mobilità passiva, promuovendo l’allestimento di un percorso diagnostico assistenziale dedicato alla sindrome EDS e alle patologie analoghe.

Da parte nostra continueremo a monitorare la situazione, che secondo i dati forniti da Saitta coinvolge 99 pazienti, approfondendo ogni circostanza relativa al percorso di follow-up con il centro di coordinamento regionale.

Davide Bono, Consigliere Regionale Piemonte
Vicepresidente Commissione regionale Sanità

Post correlati