• martedì , 27 Ottobre 2020
Ultime Notizie

MAROCCO – DE VITA (M5S): "CORIO. CERTO, PUR DI FAR CASSA PRIVIAMOCI ANCHE DELLA MEMORIA!"

La politica italiana, nazionale e locale, è divenuta avvezza a nutrirsi di tutte le risorse disponibili sul territorio e per il territorio stante la sua incapacità d’intaccare i veri privilegi di una classe sociale dominante, ristretta, ricca e soprattutto in grado di condizionarne le scelte. Non basta “spezzare le reni” alla sanità, alla scuola ed al trasporto pubblico locale, adesso anche il ricordo, il vissuto di un popolo la cui storia sociale e di crescita democratica è intimamente connessa ai valori della Resistenza viene sbattuto sul banco del mercato al miglior offerente!

La scuola elementare di Corio fu dedicata ai 27 partigiani trucidati nella borgata di Cudine dalla furia nazifascista il 17 novembre 1944 durante la lotta di liberazione. Liberazione!

L’edificio vide la luce grazie al volontariato ed allo sforzo silenzioso dei cittadini e di associazioni di volontari, fino al 1978 era una scuola elementare e poi la carenza di studenti ne comportò la donazione alla Provincia di Torino, oggi Città Metropolitana.

Nel mese scorso ecco la sorpresa, lo storico immobile è all’asta con un prezzo base di 138 mila euro!

Ci rifiutiamo di commentare questa scelta da parte della maggioranza PD in Città Metropolitana per mero pudore e per non offendere la consapevolezza storica e sociale di chi sappia ancora cosa stiano a significare i termini liberazione e resistenza ma soprattutto di quei pochi rimasti che non possono dimenticare l’odore del sangue che ha intriso le loro vite.

Si rinunci da subito a questa vendita e per il futuro, il Partito Democratico trovi altrove le risorse necessarie a finanziare l’Ente e le sue funzioni ad esempio allentando i vincoli del patto di stabilità che ha messo in ginocchio Comuni, Province e Regioni costretti a “svendere” il proprio patrimonio per poter riparare strade e scuole.

Cudine di Corio non è spendibile!

Marco Marocco e Dimitri De Vita
Consiglieri Città Metropolitana di Torino

Post correlati

Commenti chiusi.