mercoledì, Settembre 22, 2021

Le immagini di Mercedes Bresso

Negli ultimi due giorni si è scatenata una polemica relativa alle immagini di un incontro tra Mercedes Bresso e alcuni manifestanti No Tav ad Avigliana, incontro in cui Bresso avrebbe risposto all’accorata lamentela di una signora augurandole “muoia, signora”. Dopo che il primo video ha iniziato a diffondersi in rete e a venire ripreso da vari blog (tra cui quello di Beppe Grillo), lo staff di Bresso ha pubblicato un proprio video in cui accusa gli autori del primo di manipolazione, sostenendo che la Bresso avrebbe detto “non muoia, signora”. Il video originale non è stato realizzato o montato né da noi né da Grillo, che si è limitato a riprenderlo quando era già ampiamente diffuso, e che alla pubblicazione del video del Partito Democratico ha provveduto a inserire un link ad entrambi i video e a dire ai lettori “valutate voi”.

Nessuno del Movimento 5 Stelle era presente all’incontro e dunque noi non abbiamo modo di sapere cosa sia successo esattamente; nemmeno i testimoni oculari concordano (i No Tav sostengono di aver sentito una frase, i militanti del PD un’altra). Il PD accusa gli autori del video originale di aver eliminato il “non” dalla frase, mentre altri hanno accusato il PD di aver manipolato l’audio del proprio video; i commenti al video di Bresso sono stati disabilitati. Sono state annunciate denunce incrociate per diffamazione, tra Bresso e gli autori del video originale.

Crediamo che la verità difficilmente potrà essere accertata, e che la tensione accumulata tra l’attuale amministrazione regionale e il movimento No Tav renda facili gli equivoci. Sospendiamo dunque il giudizio sulla frase in questione e condanniamo qualsiasi manipolazione da chiunque effettuata, in attesa di capirne di più.

Dal punto di vista politico, comunque, il punto non è se la Bresso abbia detto “muoia” o “non muoia”, il punto è il suo comportamento durante l’intero episodio, inequivocabilmente sprezzante e strafottente. Vorremmo riportare l’attenzione sull’arroganza di una persona che, ricoprendo tuttora il ruolo istituzionale di Presidente della Regione Piemonte, si rivolge ad un’anziana o augurandole la morte, o deridendo la sua emozione. Entrambe le versioni costituiscono un comportamento inaccettabile e vergognoso da parte di Mercedes Bresso – un atteggiamento ripetuto dall’attuale Presidente in altre occasioni durante il video.

Ribadiamo che il Movimento 5 Stelle non è schierato né con la destra né con la sinistra, e non si augura né la vittoria né la sconfitta di alcuna delle due principali coalizioni. Restiamo tuttavia allibiti dal comportamento della Presidente uscente e dei suoi sostenitori, che per tutta la campagna elettorale hanno rifiutato di confrontarsi con noi sulle idee e sui progetti per il Piemonte, poi hanno cominciato a lanciare appelli al “voto utile” aventi come unico argomento “noi siamo meno peggio di Cota”, e infine cercano, dall’alto di tutti i media a loro disposizione, di passare per vittime. Avremmo avuto piacere di discutere con Bresso di lavoro, di ambiente, di salute, anche di Tav, ma senza chiusure preconcette e senza accuse di cattiva fede da parte sua. Anche gli abitanti di Avigliana avrebbero voluto avere lo stesso piacere.

Articoli Correlati

11 Commenti

  1. Visto che siete principalmente voi quelli che ci mettete la faccia e rispondete, sia pur indirettamente, delle cavolate che fa Grillo vi invito a far riconsiderare a Grillo la questione.
    Il fatto è molto grave, più di quanto a voi appaia, è un fatto di civiltà e correttezza.
    Non apprezzo le risposte della Bresso, ma non posso non condannare quella che ha tutta l’aria di essere una porcata.
    Sul sito di Grillo appare in bell’evidenza il video incriminato, mentre sotto un link con una frase sibillina. io per primo non avrevo cliccato sul ink sottostante considerandolo un doppione del video linkato all’immagine.
    Noostante ci sia questa indecisione, il post riporta in bella vista invece la citazione “muoia”, come se non ci fosse alcun dubbio, mentre noi sappiamo benissimo che esiste più di un dubbio.
    La parola “non” è stata probailmente tagliata nel montaggio tra le riprese delle due telecamere, come ben si vede guardando il video… non ha senso rifugiarsi dietro un patetico “non si vede il labiale”… come potrebbe vedersi se il ontaggio è stato effettuato quei millisecondi dopo il necessario?
    Grillo avrebbe dovuto rivedere il post specificando meglio il problema… e facendo una rettifica per tutti quelli che avevano letto il post prima che il problema sorgesse. Tanto più se il video non è stato fatto e montato dallo staff di grillo, doveva pensarci bene pria di gridare al lupo, tanto più deve scusarsi adesso per aver gridato al lupo probabilmente senza motivo.
    Ho sollevato la questione sul blog di Grillo in maniera pacata, ma i miei post sono stati cancellati.
    ho chiesto più volte che Grillo in prima persona, non i suoi collaboratori, si esprimessero in maniera chiara sull’accaduto… e ancora i miei post sono stati cancellati.
    Addirittura adesso i miei messaggi non vengono neppure pubblicati, sembra sia stato del tutto bannato o almeno pesantemente moderato senza alcun motivo apparente e senza alcuna comunicazione, pur essendo un utente registrato da vari anni.
    Questo atto è molto grave, così come molto grave è il fatto che voi (indirettamente tirati in campo) non vi esprimiate in maniera forte e decisa su duna questione dove sarebbe invece auspicabile prevalesse buonsenso e correttezza.
    La cosa non finirà così, la Bresso andrà fino in fondo (giustamente) e chi ci rimetterà, sarà anora una volta la credibilità di grillo, ma quello che è più grave la vostra credibilità.
    Non nascondetevi dietro un dito, la verità è molto semplice da appurare: chiedete a chi ha realizzato il video di postare integralmente entrambi i filmati delle due telecamere che ripendevano l’evento… qualla che inquadrava i manifestanti e qualla che inquadrava la Bresso… prima di effettuare i montaggi e la verità uscirà fuori.
    Fintantoché questa non uscirà fuori, fatemi il piacere di far rientrare Grillo ed il suo staff nei ranghi, perché ripeto… questo fatto è molto grave.
    saluti
    Daniele

  2. Noi abbiamo appurato che il video originale è stato realizzato da una persona certamente No Tav, ma al di sopra di ogni sospetto; del resto il filmato è già scandaloso di suo, non ci sarebbe stato alcun bisogno di fare tagli di vario genere per montare il caso – anzi, il caso ha distratto l’attenzione dal resto del comportamento della Bresso e più in generale dalla sua carenza di idee per il futuro del Piemonte, se c’è qualcuno che ci ha guadagnato è stata lei.
    In attesa di ulteriori indagini, presumiamo dunque che si tratti di un caso in cui entrambe le parti riportano in perfetta buona fede ciò che hanno sentito, ma hanno sentito ognuno una cosa diversa.
    L’osservazione sul labiale è relativa non al video originale ma al video del PD, non vedendosi le labbra della Bresso è impossibile dire se l’audio del video del PD è integro o è stato manipolato in qualche modo sovraincidendo un “non”.
    Purtroppo in questi giorni ognuno tira l’acqua al suo mulino, Grillo comunque è stato onesto e ha linkato entrambi i video e ha invitato a valutare, blog anche molto noti di simpatizzanti del PD (ad esempio questo http://www.mantellini.it/?p=7812 ) ne hanno parlato linkando solo il video del PD e dando per scontato che ci sia stata una manipolazione volontaria contro la Bresso, cosa che al momento è assolutamente non provata. Noi ci limitiamo a dire che non si riesce a capire, ma che non è questo il punto: che la Bresso abbia detto “muoia” o “non muoia”, il suo comportamento resta inqualificabile.

  3. Non ho la verità in tasca, ma il fatto che il non sparisca proprio nel montaggio tra il filmato di una telecamera e l’altra è molto improbabile che sia un caso… ciò non vuol necessariamente dire che il taglio sia stato fatto in cattiva fede, ma è molto probabile che ci sia stato… molto più probabile che la Bresso abbia perso la testa dicendo una frase del genere.
    Il contenuto del resto del video è abbastanza deprimente, ma il post fonda la sua forza essenzialmente su quella frase, giustamente stigmatizzata e mai corretta da chi l’ha postata.
    Giudicare un comportamento onesto il linkare entrambi i video (tra parentesi quello del video della bresso così piccolo e con una frase tanto sibillina che l’ho cliccato solo perché qualcuno me l’ha detto) ma lasciare il post con la frase riportata “muoia signora” pur sapendo che c’è più di qualche dubbio sulla frase è veramente surreale.
    Non ho parole… evidentemente la mia considerazione di voi ragazzi 5 stelle era eccessiva… avete in questo senso molti dei difetti che attanagliano gli italiani in generale e i berluscones in particolare: è il troppo amore che vi frega.
    Vi lascio a riflettere alle lucide parole che Monicelli ha detto ieri a raiperunanotte
    Intanto vi faccio presente che per questa mia presa di posizione i miei commenti sono stati rimossi ed al mio account (che ho da svariati anni) è stata negata la possibilità di inviare commenti sul blog di grillo… tutto questo senza uno straccio di avvertimento o giustificazione, nonostante i miei toni fossero molto pacati e mi limitassi a chiedere una presa di posizione da parte di Grillo in persona sull’argomento.
    Da ieri pomeriggio sono riuscito ad inviarne solo uno, come utente non certificato.
    mi spiace veramente tanto, pur con i suoi difetti stimavo grillo e mi stavate simpatici voi del movimento 5 stelle… adesso dovrò cercare qualcun altro da votare.

  4. Uhuh
    bene… volevo postare una risposta ad un commento che definiva chi non era d’accordo sul post sulla Bresso come difensori della sinistra, che la moda del comunista sia arrivata anche tra voi grillini? (è il primo oggi.. non pensate che abbia tutto il giorno da dedicarvi) postanto naturalmente da utente non certificato… ma evidentemente sono proprio stato bannato via IP.
    Complimentoni.

  5. Che ti devo dire? A me sembra strano che i tuoi commenti non appaiano, è successo pure a me in passato di non riuscire a inviare commenti sul blog di Beppe, il traffico in questi giorni è elevatissimo e Movable Type fa le bizze, ma tu lamenti subito un complotto ad personam; esattamente come fai per il video, quando dici che la cosa più probabile è che ci sia stato un taglio.
    Purtroppo il clima è quello che è e, più che discutere, si tifa; e si presume subito la cattiva fede di chi non la pensa come noi.
    Ribadisco che lo staff di Bresso sta soffiando su questo episodio del video, anzi, solo su quel secondo del video (cercando di far ignorare tutto il resto), perché non ha assolutamente proposte credibili per fare meglio di quanto ha fatto finora, e l’unico argomento che ha è “gli altri sono peggio di noi”. Mi spiace che tu vada dietro alla loro propaganda, così come mi spiace che Grillo non abbia rivisto il post più in profondità (fossi in lui, avrei messo qualche condizionale in più nel testo; ma tanto, qualsiasi cosa faccia Beppe, viene criticato a prescindere). Ripeto che trovo peggiori tutti i blog di area PD che non fanno nemmeno vedere l’altro video, mostrano solo i 20 secondi estratti dal PD e sovraimpressi a scritte cubitali per influenzarti a vederla come loro. Dopodiché, anche io dico: valutate voi.

  6. Ah, comunque (anche se non è quello l’argomento del mio lamentarmi, in realtà mi basterebbe meno partigianeria e un po più di buon senso e correttezza) potete anche fare una prova… se volete vi fornisco io il testo che disturba il censore di turno, così vedete coi vostri occhi.
    vi fate un account di prova e lo postate… volete provare?

  7. CVD
    l’inghippo è venuto fuori: con ogni probabilità l’autore ha modificato l’audio del filmato e mascherato il non.
    una cosa è certa… modificando l’audio in senso inverso ecco che il “non” ritorna fuori.
    se potessi inviarvi file o immagini vi posterei anche le prove, ma se mi contattate privatamente ve le faccio avere.
    Contenti?
    bella figuretta
    aspetto rettifica e scuse ufficiali, prima delle elezioni, se siete uomini.

  8. CVD
    La “prova” della manipolazione esiste, è stata visionata nel chiuso dei comitati no tav, ma non è venuta fuori prima delle elezioni.
    A quanto pare chi ha fatto il filmato non è la stessa persona che lo ha falsificato, ma né il primo né il secondo parlano in pubblico.
    Questo un commento “esplicativo” pubblicato su http://www.notav.eu:
    “Non si puo’ obbligare una persona a consegnarti un video…
    Io gli ho chiesto, ma il video non è stato messo da lui su you tube.
    Qualcuno se lo è scaricato su un computer e poi lo ha montato in quel modo. Lo avesse lasciato originale sarebbe stato meglio.
    Io ci riprovero’ appena lo vedo, ma ci vuole un computer per scaricarlo.
    Al presidio non ci sono computer.”
    Da giorni un giro incredibile di dichiarazioni e di “poesie” per mascherare una semplice ed inequivocabile realtà: non si è esitato a distribuire un video falso e a perseverare nonostante l’evidente manipolazione. Penso che questo sarà il “dettaglio” che consegnerà il Piemonte a Cota.
    Le bufale diffuse dal sito di Grillo, dalle “palle” che lavano ai video tarocchi sono diventate una vera e propria emergenza democratica.

  9. Io sono un vs sostenitore, ma quel video è una porcata degna di Minzolini.
    Con tutto quello che fanno i politici metterli alla berlina con un video falso mi fa schifo.
    Ho scelto voi ma, per favore, cercate di non essere così ambigui: vincere va bene, ma usare mezzuzzi o peggio ancora la falsità è male.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Popolari