• giovedì , 22 Ottobre 2020
Ultime Notizie

Sperimentazione Dose Unica del Farmaco: attendiamo ancora i dati costi-benefici

*Sperimentazione Dose Unica del Farmaco: attendiamo ancora i dati costi-benefici* Con il #m5s alessandrino il 30 aprile ero stato in visita all’ASL di Alessandria, in particolare all’ospedale di Tortona avevamo visto il sistema “dose unica del farmaco”, magnificato dalla Dirigenza e anche dal personale, in virtù di una potenziale maggiore sicurezza prescrittiva. A noi era sembrato da subito un escamotage per spendere soldi, senza grandi benefici. Praticamente una macchina di un’azienda privata taglia i blister di compresse e le impacchetta una a una, mettendole cosi in un armadio ad hoc dei vari reparti ospedalieri; con un codice a barre, “verificato” tramite lettore laser, si controlla la correttezza prescrittiva quando la terapia viene prelevata dall’armadio dall’infermiere. Francamente mi è sembrato da subito eccessivo: è vero che l’errore umano è sempre dietro l’angolo, ma il vecchio metodo della firma sul foglio terapia e del passaggio di consegne è ancora il massimo dal punto di vista costo-benefici. Al massimo si potrebbe “digitalizzare” il foglio terapia. Avevamo chiesto alla Direzione, come già avevo fatto in IV Commissione all’ex Assessore, lo studio costi-benefici che viene citato nei piani operativi della Regione al II trimestre 2013, ma ancora c’è stato detto che non era pronto. Però il progetto si estende all’asl To3, e si parla di asl At e Asl To5 e poi entro il 2016 tutte le asl. E’ vergognoso pensare che non si assuma personale e si spendano milioni di euro così, mentre diversi locali dell’ASL vengono chiusi per inadeguatezza strutturale. Non ci stupisce leggere che l’azienda abbia finanziato tutti i principali partiti (tranne il m5s), compreso il Pd alessandrino. Speriamo dunque che, nonostante il finanziamento, il nuovo Assessore alla Sanità condivida con il Consiglio i dati costi-benefici e l’eventuale chiusura della sperimentazione. I risparmi sui farmaci si ottengono più semplicemente con l’assunzione di “farmacisti clinici” in ospedale, come dimostrano tutti gli studi scientifici. Davide Bono Gruppo consiliare M5S Regione Piemonte — Ufficio Stampa gruppo consiliare regionale MoVimento 5 Stelle 347-1498358

Post correlati

Commenti chiusi.