La Settimana a 5 Stelle nr. 3

ISCRIVITI:

Newsletter
Telegram

Resoconto settimanale delle attività del Gruppo Consiliare. Buona lettura.

Ultimi articoli:

La Settimana a 5 Stelle nr. 2

ISCRIVITI:

Newsletter
Telegram

Resoconto settimanale delle attività del Gruppo Consiliare. Buona lettura.

Ultimi articoli:

La Settimana a 5 Stelle nr. 46

ISCRIVITI:

Newsletter
Telegram

Resoconto settimanale delle attività del Gruppo Consiliare. Buona lettura.

Ultimi articoli:

Sanità, Frediani – Sacco (M5S): “Dai sindacati della sanità piemontese richieste giuste e di buonsenso. Le porteremo in regione, serve subito un piano”


Assunzioni, sicurezza, contratti. Sono richieste di assoluto buonsenso quelle avanzate oggi dalle organizzazioni sindacali rappresentative dei lavoratori della sanità piemontese.
La carenza di personale sanitario, la riduzione dei servizi per i cittadini, i minori investimenti nella sanità pubblica non sono certo novità dell’autunno 2020, da decenni la vecchia politica (destra e sinistra senza distinzioni) ha fatto a pezzi il sistema sanitario regionale. E la pessima gestione dell’attuale Giunta non fa certo eccezione
La pandemia ha messo in luce tutte le contraddizioni di un sistema malato, che da una parte investe in opere totalmente inutili e dall’altra taglia i fondi per servizi essenziali e fondamentali come la sanità ed assistenza.
Condividiamo le richieste avanzate dalle rappresentanze sindacali e le porteremo in Consiglio regionale. Dalla Giunta Cirio vogliamo subito un piano concreto per procedere rapidamente ad assunzioni a tempo indeterminato e garantire i dispositivi di sicurezza individuali ad operatori sanitari e lavoratori delle Rsa.

Francesca Frediani, Consigliere regionale M5S Piemonte
Sean Sacco, Capogruppo regionale M5S Piemonte

Frediani (M5S): “ASL TO3 allo sbando, siamo al fianco di infermieri ed operatori sanitari. Inutile il valzer di poltrone ai vertici dell’azienda”

Asl TO3 allo sbando totale. Siamo al fianco di infermieri ed operatori sanitari scesi in piazza oggi davanti agli ospedali di Rivoli e Pinerolo. Tamponi non effettuati ai dipendenti sanitari, personale insufficiente per far fronte all’emergenza e concorsi fermi al palo. A ciò si aggiunge la situazione ormai fuori controllo presso l’RSA di Susa con l’esplosione dei contagi ed un’inchiesta aperta da parte della Procura.

C’era il tempo per intervenire, c’erano le risorse e le competenze per arrivare preparati alla seconda ondata. E’ mancata invece la capacità di intervenire in maniera efficace ed a pagarne il prezzo saranno cittadini e lavoratori. A poco è servito il valzer di poltrone che ha interessato i vertici dell’ASL TO3. Drammatica era la situazione prima e drammatica lo è adesso.

Cirio anziché fare ogni giorno la guerra al Governo a colpi di sparate mediatiche pensi a garantire i diritti dei cittadini e di chi ogni giorno lavora in prima linea. Anche su questo ennesimo fallimento, chiederemo chiarimenti all’assessore alla Sanità Icardi ed alla Giunta in Consiglio regionale ed in Commissione Sanità.

Francesca Frediani, Consigliere regionale M5S Piemonte

La Settimana a 5 Stelle nr. 41

ISCRIVITI:

Newsletter
Telegram

Resoconto settimanale delle attività del Gruppo Consiliare. Buona lettura.

Ultimi articoli:

La Settimana a 5 Stelle nr. 40

ISCRIVITI:

Newsletter
Telegram

Resoconto settimanale delle attività del Gruppo Consiliare. Buona lettura.

Ultimi articoli:

La Settimana a 5 Stelle nr. 31

ISCRIVITI:

Newsletter
Telegram

Resoconto settimanale delle attività del Gruppo Consiliare. Buona lettura.

Ultimi articoli:

La Settimana a 5 Stelle nr. 27

ISCRIVITI:

Newsletter
Telegram

Resoconto settimanale delle attività del Gruppo Consiliare. Buona lettura.

Ultimi articoli:

Sanità, Bertola – Frediani (M5S): “Revisione rete ospedaliera, no a colpi di mano come Chiamparino. Serve un confronto ampio in Consiglio Regionale”

La delibera 1-600 targata Chiamparino e Saitta, nota anche come “Sfascia ospedali”, ha fatto più danni della grandine nel sistema sanitario piemontese. E’ stata imposta senza confronto con le amministrazioni locali ed ha privato molte comunità piemontesi di importanti servizi sul territorio. Una vera e propria mannaia che ha tagliato di netto posti letto e presìdi sanitari.

Giusto ed opportuno rivederla e migliorarla anche in conseguenza dell’emergenza Covid e della possibile seconda ondata. Sarà necessario però non commettere gli errori del passato quando la riforma è stata calata dall’alto come un editto. Il Consiglio regionale e la commissione sanità dovranno essere al centro del dibattito dal quale nascerà la revisione della delibera. Non siamo disposti ad accettare un’altra riforma decisa nelle segrete stanze di qualche circolo ristretto vicino al presidente o all’assessore di turno. Tutto dovrà avvenire alla luce del sole, attraverso un ampio confronto con operatori, cittadini, associazioni, amministrazioni locali ed opposizioni. Non consentiremo colpi di mano, in ballo c’è il futuro della sanità piemontese.

Nel frattempo avanziamo alcuni spunti sui quali sarà necessario lavorare. Pensiamo che debba essere riservata maggiore attenzione ai piccoli ospedali, sacrificati nell’ultima riforma regionale. Inoltre sarà opportuno pensare per le RSA una presa in carico differente, le cui criticità sono state messe in luce durante la pandemia.

Francesca Frediani, Consigliere regionale M5S Piemonte

Giorgio Bertola, Consigliere regionale M5S Piemonte