Trasporti, Martinetti (M5S): “La Regione prepara tagli per 40 MLN al trasporto pubblico locale? Cirio risponda, al posto di pensare al TAV”


Il Presidente Cirio scopre i vantaggi ambientali del treno solo quando si parla di TAV, ma li dimentica completamente quando si tratta di Trasporto Pubblico Locale.

Quello andato in scena oggi al convegno “Il Treno del Green Deal” è lo stesso presidente Cirio che condivide i progetti del suo assessore Gabusi per la chiusura di linee ferroviarie di mezzo Piemonte per trasformarle in piste ciclabili? E’ lo stesso presidente che in questi mesi non ha fatto nulla per riattivare le linee ferroviarie sospese dalle precedenti Giunte regionali? E’ lo stesso presidente che non ha mosso un dito per riattivare il pieno servizio del trasporto pubblico locale dopo il lockdown? E’ evidente la doppia morale di questa Giunta, schierata a favore del trasporto su ferro solo quando si parla di una grande opera ma sorda e muta quando in ballo ci sono le esigenze di mobilità dei cittadini.
Come se non bastasse, come riferito da alcune realtà associative di pendolari piemontesi, questa Giunta starebbe preparando un maxi taglio di 40 milioni di euro al Trasporto pubblico locale del Piemonte. Su questo tema pretendiamo una parola chiara da parte del Presidente Cirio e dell’assessore ai Trasporti Gabusi. La smettano di parlare di TAV e si concentrino sui veri problemi dei cittadini piemontesi.

Ivano Martinetti, Consigliere regionale M5S Piemonte
Vicepresidente Commissione regionale Trasporti

Trasporti, Sacco – Martinetti (M5S): “Caos treni conseguenza di una giunta incapace di prendere decisioni ma buona solo a lamentarsi”

Il caos treni tra Piemonte e Liguria è la rappresentazione evidente dell’incapacità di Cirio e della sua Giunta. Incapaci di prendere decisioni, incapaci di copiare governatori più intraprendenti (Liguria, Emilia Romagna solo per fare qualche esempio), buoni solo a lamentarsi e pretendere non si sa bene quali provvedimenti dal Governo nazionale. Ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti: treni che partono pieni dalla Liguria e, varcato il confine con il Piemonte, il 50% dei passeggeri è costretto prendere bus sostitutivi. Il tutto perché la Giunta piemontese non ha ancora preso decisioni chiare sul distanziamento sociale sui mezzi pubblici, a differenza di altri governi regionali di tutta Italia e di ogni colore politico.

Mai più un week end nero come quello appena passato, Cirio e l’assessore Gabusi prendano subito una decisione. Sono pagati per quello, non certo per lamentarsi di continuo e scaricare le responsabilità su altri.

E’ surreale che questa maggioranza, a trazione Lega, non perda occasione per invocare maggiore autonomia, ma quando deve prendere decisioni per conto proprio si rivela incapace e inadeguata. Cirio e la Lega vorrebbero poteri speciali ma alla prova dei fatti non sono in grado nemmeno di esercitare quelli “normali”.

Sean Sacco, Capogruppo regionale M5S Piemonte
Ivano Martinetti, Consigliere regionale M5S Piemonte
Vicepresidente Commissione regionale Trasporti

La Settimana a 5 Stelle nr. 49

ISCRIVITI:

Newsletter
Telegram

Resoconto settimanale delle attività del Gruppo Consiliare. Buona lettura.

 

Ultimi articoli:

La Settimana a 5 Stelle nr. 37

ISCRIVITI:
Newsletter
Telegram

Resoconto settimanale delle attività del Gruppo Consiliare. Buona lettura.

Ultimi articoli: