Frediani (M5S): Scuole, Piemonte in confusione. Ora rendere pubblici i dati sui contagi fra studenti e operatori. Depositata un’interrogazione per conoscere il piano della Giunta per il rientro nelle classi

Scuole, la giunta Cirio brancola ancora nel buio. La decisione della Regione Piemonte di proseguire ancora con la DAD per gli studenti di seconda e terza media nonostante si sia passati dalla zona rossa a quella arancione si basa su dati non pubblici, malgrado le nostre continue richieste di condivisione avanzate dal M5S in queste settimane.

Ora più che mai sarebbe corretto divulgarli: le famiglie, gli studenti e i lavoratori della scuola hanno il diritto di conoscere la situazione reale. Su un tema così importante come la scuola è impensabile procedere prendendo decisioni senza garantire trasparenza e condivisione.
In questo contesto già molto incerto e controverso, le dichiarazioni di Cirio relative all’intenzione di “recuperare il tempo perso” con la DAD non contribuiscono a smorzare le tensioni, ma anzi sminuiscono il grande lavoro che insegnanti e studenti stanno portando avanti per far funzionare al meglio la didattica a distanza.

Cirio ha annunciato un piano per il rientro nelle classi in totale sicurezza, domani in aula chiederemo i dettagli attraverso un’interrogazione. In particolare, solleciteremo di fornirci la descrizione dell’organizzazione ipotizzata per il prossimo rientro in presenza per il personale scolastico e per gli studenti delle scuole secondarie inferiori e superiori, per verificare che siano state riconosciute le criticità relativa alla rilevazione dei contagi, alle procedure di tracciamento e alla garanzia di continuità didattica per gli studenti in isolamento. Gli errori del passato non sono più tollerabili e i nostri studenti hanno diritto ad un rientro in aula sicuro e definitivo.

Francesca Frediani, Consigliere Regionale M5S Piemonte

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui