• venerdì , 7 Agosto 2020
Ultime Notizie

Nuovo guasto all’inceneritore: a pagare saranno i cittadini?

*Nuovo guasto all’inceneritore: a pagare saranno i cittadini?* Ci risiamo: la linea 1 dell’inceneritore di Torino è di nuovo ferma. Per ora nessun comunicato ufficiale né da parte di TRM, né da parte dell’ormai palesemente inutile Comitato Locale di Controllo. Il fermo si deduce dai dati sulle emissioni, che dopo il “solito” picco di monossido registratosi il giorno 13, danno la linea 1 come non operativa. I guasti abbiamo ormai smessi di contarli; a gravare sui cittadini non sono solo le emissioni inquinanti, ma anche le conseguenze delle scelte operate dalla Provincia di Torino al momento di stipulare il contratto di servizio con TRM, grazie al quale il gestore potrà aumentare le tariffe quasi a piacimento per i rifiuti che tutta la Provincia dovrà conferire in modo esclusivo all’impianto, per mantenere il suo “equilibrio economico e finanziario”. Con ogni probabilità saranno quindi i cittadini a pagare per i malfunzionamenti ed i blocchi dell’inceneritore. In Regione ci batteremo affinché venga redatto un nuovo Piano di gestione dei rifiuti, per chiudere al più presto il triste capitolo degli inceneritori, e per dare spazio alle alternative più sostenibili sia dal punto di vista economico che da quello ambientale. Giorgio Bertola – capogruppo M5S Regione Piemonte Davide Bono – consigliere regionale M5S Regione Piemonte Federico Valetti – consigliere regionale M5S Regione Piemonte — Ufficio Stampa gruppo consiliare regionale MoVimento 5 Stelle 347-1498358

Post correlati

Commenti chiusi.